Pozzo di noi

By | 26 marzo 2017

Mi sfiorano occhi assenti. Il tuo ghiaccio lambisce appena il mio sguardo.

Non siamo più i noi d’allora.
un dubbio. Siamo mai esistiti?
Non c’è respiro. Manca il battito. 
Nel silenzio si ode dal fondo del pozzo un lieve accenno di noi. 
Un eco. Un singhiozzo.
Forse nulla. Un’idea.
Non siamo più gli stessi. 
Mi volto sperando di riafferrarmi,
ma la mia ombra è spettro. Si dissolve.
 
Io non ti conosco. 
Ciò che sei è un falso accenno di te. 
 
Esausti di noi,
ci affacciamo nello spazio trascorso,
ma dura un istante. 
Se esiste il profondo nel fondo, 
le nostre anime l’hanno raggiunto.
 
Vapore artificiale mi penetra in gola,
soffocandomi.
La memoria si congela.
Siamo due singoli in coppia.