Sei Pietra

By | 10 settembre 2017

Hai chiavi e tiranti di croce ai tuoi piedi.

Sei pietra su pietra.

Vassallo e vessillo con stemma papale di un tempo che non è quaggiù.

Non brami la gloria,

né sei monarca di un reame accentratore di beni.

Eri umano e nel canto del gallo eri vile.

Umile servo di una dottrina che non comprendevi e seguivi.

Sei pietra perenne, indelebile e onesta e non pieghi la testa di fronte a monete e potenti.

Non vivi nei re vestiti di bianco, in banche, denari e discorsi scontati.

Non sei nelle bolle papali, difeso da  giullari eretti a fasulli soldati.

Non hai corona o mantello né oro né sfarzo.

Il seggio in cui siedi non è costruito su argenti e diamanti ma su croce legnosa di un amico perduto e un credo che ti ha reso pietra in un mondo di santi.

Troneggi e di fronte l’eterna bellezza.

Sei uomo compiuto, di un tempo vissuto e ceduto alla curia romana di cui resti indelebile pietra.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *