Falso pregiato

Falsi cromatismi cesellati in travi di legno senza chiodi.

Sei questo.

Un falso pregiato, stuccato malamente.

Non riverserò su te alcuna lacrima.

Ti lascerò al miglior offerente che t’acquisterà per un soldo gridando all’affare,

ma tu vali meno di nulla.

Falso pregiato di legno antico.

Le tue venature egocentriche vanesie, tarocche nel tuo nonsense di tempi migliori.

Sei truciolato che io ho dipinto a mano, decorato e restaurato con occhi velati.

Ti lascio andare senza rammarico.

In casa mia non resterà nemmeno l’ombra mancante del mobile vecchio.

Nell’errore ti ho acquistato.

Con piacere ti rivendo per due lire.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather