Noi due come altri

Impronta di labbra febbricitanti su carne; marchio perenne.
Fondiamo pensieri confusi, frasi disarticolate, lingue frementi di dolore indenne.

Noi due come altri,

con faceto fervore bramiamo a perpetuare la vita, sublimando l’essenza di eterno avvinghiati nell’abbraccio atavico.

Marionette danzanti aspiriamo all’immortalità con desiderio cronico di un bacio asfittico.

Noi due come altri,

senza artifici  ci perdiamo l’uno nell’altro, creando fiamme per conduttività

nella vana, e antica mistificazione che la morte abbia paura dell’amore.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *